top of page
  • Immagine del redattoresandro petrilli

Papillomavirus causa 4,5% dei tumori. SItI: vaccino è la chiave

L'infezione da papillomavirus (HPV) rappresenta la più frequente tra quelle sessualmente trasmesse, colpendo nel corso della vita 4 persone su 5. La sua persistenza potrebbe determinare lo sviluppo di lesioni benigne e maligne, causando la totalità dei tumori del collo dell'utero, ma anche il 4.5% di tutti gli altri tumori."Il vaccino anti-HPV - spiega Roberta Siliquini, Presidente SItI - fornisce una protezione sicura ed efficace contro questo tipo di infezione e rappresenta la chiave della prevenzione. L'accesso alla vaccinazione è gratuito per numerosi gruppi di popolazione, sia adolescenti che adulti. Vaccinare i propri figli è la scelta più giusta. Coperture vaccinali ottimali (95%) permetterebbero un guadagno sia in termini di salute che economico - prosegue. Si andrebbero ad evitare, infatti, più di 300mila diagnosi di lesioni cervicali precancerose e 20mila casi di tumori alla cervice uterina, per un risparmio totale di oltre mezzo miliardo di euro. In Italia, purtroppo, si è ancora lontani dal raggiungimento delle coperture vaccinali target previste dal Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale. Nel 2020 e 2021, inoltre, si è assistito ad un calo delle coperture influenzato dalla pandemia e, al tempo stesso, persistono notevoli differenze geografiche", conclude Siliquini.


8 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page